The Hub – Shadow

Per sapere cosa sia il progetto The Hub clicca qui

Se vuoi vedere l’evento su FB clicca qui: The Hub – Shadow

Non perdere il primo appuntamento ad aprile: The Hube – Maze


The Hub è un progetto Kinkyphilia: una concezione che avvicina il workshop alla lezione individuale, pensato per un numero limitato di coppie (fino a un massimo di 4).

Perchè un numero limitato

Il numero ristretto aprirà ad una didattica più robusta, permetterà agli studenti di essere seguiti in maniera più diretta e, a differenza di una lezione individuale, consentirà lo sviluppo di quelle dinamiche di gruppo che migliorano nettamente l’esperienza formativa, come ad esempio la conversazione, il prendere spunti osservando gli altri partecipanti o l’imparare non solo dai propri errori ma anche da quelli di altri membri del gruppo.

The Hub – Shadow è il secondo dei due soli Hub previsti nel 2019.

Cos’è The Hub – Shadow

Shadow, l’ombra. Quell’aspetto oscuro del kinbaku che tanto lo rende affascinante. Perché leghiamo? Cosa ci spinge? Cosa genera una sessione?

Il kinbaku è qualcosa che rivela ciò che abbiamo dentro, non aggiunge e non toglie nulla e lo stile al quale ci ispiriamo, il semenawa va ad incidere gli aspetti più profondi dell’animo sia di chi lega che di chi viene legato.

Il tema attorno al quale si sviluppa The Hub – Shadow è il tormento. Cercheremo di comprendere meglio questa parola, di capire come questo caratterizzi una sessione di kinbaku tradizionale. Vedremo quali siano le possibili conseguenze, con particolare enfasi sulla vergogna.

Scopriremo come il tormento non venga indotto – come spesso si pensa – dal dolore fisico e ponendo grande attenzione all’estetica proveremo a capire come tutto questo sia legato alla bellezza.

Toccheremo i seguenti punti:

  • Tormento vs. Tortura
  • Sofferenza vs. Dolore fisico
  • Trigger e attivazione
  • Stress fisico e boiling point
  • Esposizione e Vergogna
  • Oppressione
  • Oggettificazione
  • Dal tormento al piacere
  • Accettazione, rassegnazione, abbandono

La didattica sarà supportata da strumenti multimediali: durante lo svolgimento delle lezioni, verranno proiettate foto e brevi video dei Maestri del kinbaku quali Nureki, Naka Akira, Riccardo per mostrare come sia avvenuta l’evoluzione dello stile pur mantenendo invariati i tratti e i valori comunicativi di base e come sia possibile per un occidentale usufruire e godere di questa esperienza.

Verranno inoltre scattate delle foto delle legature dei partecipanti con fine didattico, che verranno proiettate e analizzate durante alcune fasi delle lezioni.

Saranno valorizzati i feedback delle bunny, fondamentali per il miglioramento continuo del rigger.

Verranno analizzati sentimenti quali vergogna, tormento, malinconia, rassegnazione, abbandono.

Verrà ricercato ciò per cui siamo soliti ribadire l’importanza di una buona esecuzione tecnica: poter dimenticarci della tecnica stessa per dedicarci a quanto di più profondo.

Il modulo Shadow è indipendente da Maze, ma in qualche modo i due Hub sono complementari. La partecipazione ad entrambi consentirà di cogliere appieno gli aspetti didattici nella loro interezza.

3 MVIMG_20180902_195836_2

Kinbaku

Lo stile a cui ci si ispira è quello di Kinbaku LuXuria di Riccardo Wildties. È quindi uno stile tradizionale, che discende dal Naka-Ryu e che ne conserva i principi.

Tramite una vera e propria ingegnerizzazione delle tecniche e dei pattern iconici, Riccardo ha reso il kinbaku tradizionale adatto ad una fisicità caucasica e a una cultura occidentale fondamentalmente diversa da quella giapponese.

Contemporaneamente, ha portato in Europa il kinbaku di Naka-San, comprendendone gli aspetti più profondi. Come educatore, il suo grande merito è sicuramente quello di trasmetterli con energia durante le sue classi e i suoi workshop.

Il programma

Le informazioni sul programma verranno inviate privatamente a chi fosse interessato attraverso uno dei nostri contatti social oppure utilizzando il modulo di contatto in fondo a questa pagina.

Oltre alle lezioni, sono previsti dei momenti pensati per il tempo libero, durente il quale sarà comunque possibile legare in maniera libera, consultare libri sul kinbaku o sul Giappone nonché accedere ad una vasta videoteca dei più famosi Nawashi e kinbakushi giapponesi.

Per chi è pensato

The Hub non è una basic class.

È fortemente consigliato a studenti, appassionati, praticanti di kinbaku di livello pre-intermediate / intermediate che abbiano:

  • solida conoscenza e capacità di esecuzione di un TK in stile Kinbaku LuXuria/Naka-Ryu
  • solida conoscenza dei pattern di base dello stile (hashi shibari, futomomo, monoblocco, terza corda ecc.)
  • buona familiarità con le sospensioni di base dello stile
  • buona propensione all’apprendimento: non sarà un week end all’insegna del relax
  • una referenza da parte dell’educatore da cui si studia abitualmente e/o la possibilità di dimostrare le proprie skills nel caso si voglia applicare senza una conoscenza di persona.

Kinkyphilia si riserva l’ammissione agli Hub, per evitare un livello troppo eterogeneo che tenderebbe col rallentare la classe.

Dove si svolge

In una moderna villa nella tranquillità della campagna, facilmente raggiungibile da Milano

  • in auto, in meno di un’ora
  • in treno, in 45′ da Stazione Centrale, con frequenza oraria, per poi essere ricevuti direttamente in stazione e accompagnati in villa.

La struttura è dotata di tutti i comfort, gli studenti saranno ospitati in camere doppie private e potranno gustare l’ottima cucina dei padroni di casa. La posizione verrà comunicata privatamente ai partecipanti con largo anticipo.

Il pernottamento in loco, la cena e i pranzi insieme sono anche essi pensati nell’ottica della full immersion. La conversazione e la condivisione delle esperienze, delle idee, degli spunti – e perché no? – dei dubbi e degli errori è fortemente incoraggiata.

Come anticipato nel programma, non mancheranno delle pause per rilassarsi o per legare liberamente.

Suggeriamo vivamente quest’esperienza a chi voglia vivere un week intensivo in cui ogni momento – pause incluse – possa essere un’occasione di apprendimento

Educatore

Andrea Kurogami è un ragazzo di 31 anni, da sempre affascinato dalle pratiche kinky.

Nel 2014 incontra Shiawase a Torino, sua partner nelle corde e nella vita e prende parte agli incontri della community torinese nel 2015. Nell’ottobre del 2016 inizia a studiare il kinbaku, affascinato dallo stile di Kinbaku LuXuria dopo aver incontrato Riccardo Wildties e Red Sabbath. Questo incontro segna per la coppia un momento fondamentale: lo studio del kinbaku e la sua pratica divengono parte integrante della loro vita e occupano via via uno spazio sempre crescente. Nell’agosto del 2017 nasce Kinkyphilia, dapprima come un blog su cui esporre i propri pensieri, fino a diventare un progetto in crescita per lo studio del kinbaku tradizionale. Nel febbraio 2018 Kurogami ottiene la certificazione di educatore di livello I di Kinbaku LuXuria, sposando definitivamente i valori educativi di Riccardo.

Durante l’anno Kurogami e Shiawase prendono attivamente parte agli eventi inerenti il kinbaku principalmente a Milano ma anche in altre città italiane ed Europee dove si sono esibiti come performer in serate dedicate.

Per saperne di più

Per ulteriori informazioni, costi, per chiarire dubbi o se siete interessati a conoscere maggiori dettagli su The Hub, potete contattarci sui social network:

Diversamente, è possibile farci delle domande attraverso il modulo seguente:

 

3 thoughts on “The Hub – Shadow

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s